Pensieri e Istantanee di Francesco Mancini

... dove un sogno è ancora libero

Mercoledì, 01 Settembre 2021 00:00

Una " Follia " notturna per l'anello MTB nel cuore dei Simbruini

1 Settembre 2021 – UNA “ FOLLIA “ NOTTURNA PER L’ANELLO MTB NEL CUORE DEI SIMBRUINI – Percorsi Km 38 per Dislivello Complessivo Salita 1125m – #doveunsognoèancoralibero www.EsplorandoX.it www.Club2000m.it www.CaiAvezzano.it Non c’è tranquillità nel nostro animo se si decide di uscire in notturna in MTB per fare 1125m di dislivello complessivo salita peraltro durante la settimana. Dopo una giornata di lavoro appuntamento nei pressi del G.R.A. per partire direzione CARSOLI con fermata a CAMERATA NUOVA. Da tempo il Maestro MTB FABIO NOTARI voleva realizzare questa notturna per rivivere i fasti del passato. Ovviamente solo un matto come il sottoscritto poteva accettare questa piccola sfida con me stesso considerando che non sono assolutamente ai livelli di questo super Biker. Si parte quasi al tramonto da 840 metri di altitudine con una salita immediata su sterrato roccioso che stenderebbe subito qualsiasi persona. Riesco a stargli dietro, anche camminando, trascinando la bici per quasi 3 Km con 300 metri di dislivello. Fortunatamente al bivio la sterrata diminuisce di pendenza e comincia il sentiero verde. Arriviamo nei pressi del Rifugio Locanda di Prataglia appena in tempo per vedere un tramonto mozzafiato proprio sopra l’antico paese di CERVARA. Si ricomincia a salire per una mulattiera con pendenze che non lasciano scampo neanche ai più forti mentre il cielo assume una multiformità di colori che ci lascia stupiti. Poi la notte avanza e siamo a CAMPAEGLI. Un cielo stellato sembra illuminare il nostro percorso. Per vederlo meglio spengiamo i fari che avevamo sopra le bici. Rasentiamo la deviazione che sale sul Monte Calvo e arriviamo su una sella che dirama vari sentieri. Giù di nuovo in discesa mentre le luci di Subiaco e della Valle Sublacense alla nostra destra ci consolano delle salite che ancora ci aspettano. Arriviamo a LIVATA con l’unico bar che stava chiudendo. La commessa forse ha pietà di questi due folli e ci riapre affinché il nostro corpo possa prendere qualche energia con una grossa fetta di crostata. Non c’è tregua la salita riprende per arrivare fino agli impianti da sci di CAMPO DELL’OSSO nel punto più alto raggiunto oggi a quota 1650m. Cerchiamo inutilmente un piccolo oggetto che avevo perso in primavera tuttavia mi illudo di trovarlo ancora. Finalmente arriva la discesa immersi dentro al magico bosco della VALLE MAIURA. Inizia a fare veramente freddo prendendo velocità. Ma ecco che in lontananza dei cani si fanno vedere abbaiando a più non posso. Ci fermiamo a riflettere su cosa fare ma oramai non si può più tornare indietro a meno di non passare tutta la notte dentro al bosco. Fabio dice che sono tranquilli mentre un pastore maremmano bianco si aggiunge agli altri. Con una buona dose di coraggio si riparte e non bisogna indugiare. La fortuna vuole che non erano aggressivi e rimangono nei pressi del loro podere senza inseguirci. L’avventura continua verso CAMPOSECCO dove veniamo avvolti da una nebbia da film Horror. L’umidità penetra e ci bagna ma la corsa in bici verso il sentiero del ritorno è sempre più viva. Non rimane che lo sterratone pietroso del discesone finale verso Camerata che nonostante la stanchezza dobbiamo fare concentrati perché è un attimo cadere. E’ fatta: siamo alle auto a Mezzanotte. Felice di aver fatto compagnia al mio grande amico FABIO che da tempo voleva rivivere le emozioni di una notturna in questi luoghi così affascinanti. GRAZIE FABIO per avermi invitato sui Tuoi sentieri del passato, del presente e sono certo del Tuo grandissimo futuro sportivo. Ora Ti saluto perché sono quasi le 3 di mattina e vado a dormire consapevole della sveglia alle 7 dopo aver scritto questo racconto che resterà per sempre nel mio e nostro cuore. Camerata Nuova 840m, Cervara 1050m, Campaegli 1430m, Livata 1350m, Campo dell’Osso Impianti da Sci 1650m, Valle Maiura, Camposecco, Camerata Nuova.

 

Letto 200 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti